Emergenza coronavirus: Mobiix consegna i primi Rugged Smartphone “sterilizzabili” alle strutture sanitarie

Tradizionalmente indicati per chi lavora all’aperto, in condizioni estreme o per chi necessita di strumenti robusti, impermeabili, indistruttibili, (infrangibili) i rugged smartphone diventano oggi uno strumento utile nella battaglia contro il coronavirus.

E Mobiix, distributore ufficiale per l’Italia dei prodotti Athesi, grazie alla partnership sviluppata con N.O.R.I.S. SrL – società operante nel settore Medicale come distribuzione di apparecchiature biomedicali, accessori ed attrezzature scientifiche per diagnostica e ricerca – ha già consegnato i primi 20 dispositivi del modello AP5701 ad una grande struttura ospedaliera del capoluogo lombardo.

Proprio il fatto di essere totalmente impermeabili e di resistere fino a 80° a 100 Bar rende i nostri smartphone adatti ad essere sanificati ed utilizzati in sicurezza sia dal personale medico che dai degenti che, in questo modo, possono mantenere un contatto con le famiglie”, spiega Walter Roffinoli, CEO di Mobiix.

L’AP5701 ha un touchscreen da 5,7 pollici, è in grado di resistere a più cadute da un’altezza di 1,5 m, impermeabile fino a 1,5 m per 30 minuti, lavabile con getto ad alta pressione e alta temperatura, perfettamente funzionante a temperature estreme: da -30 ° C a + 60 ° C, a prova di polvere e acqua (classificazione IP68 e IP69K). Dotato di ricarica wireless, l’AP5701 può funzionare per 600 ore in modalità standby e per 23 ore di conversazione.

L’AP5701 fa parte della nuova gamma di telefoni ultra robusti appena lanciati sotto il nuovo brand Athesi Professional.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *